PIANO SPACCAVENTO per l'Ospedale Unico

Che Fare? Solo Tre Cose


Passano gli anni ma le cose da fare sono sempre le stesse. Un altro viaggio nel tempo firmato RL. Era il 5 ottobre 2012...



Ormai siamo abituati a tutto. Ma che il "capo" della "opposizione" (quale, delle almeno due?) scenda in piazza con la pretesa di arringare le folle come un minuscolo Lenin in ritardo di un secolo - beh, fa un po' specie.







Che il maggior responsabile del disastro cittadino, come abbiamo ben documentato - e del prossimo Default che vorrà dire lacrime e sangue per tutta la città, per anni;

che questo signore anziché nascondersi voglia ancora pontificare, sia pure a uso e consumo degli ultimi illusi e disperati che hanno voglia di starlo a sentire - beh, questo è davvero troppo.

Che faredottore?


Solo tre cose:

1. Dimostrare di essere cresciuto, e quindi assumersi le proprie (gigantesche) responsabilità.

2. Mettere il proprio patrimonio a disposizione temporanea e simbolica del Comune, come prova di buona fede e per aiutarlo ad evitare la catastrofe del Default, di cui si è massimamente responsabili, e che sarà un'esperienza dura per tutti, ma durissima e terribile per chi è già oggi provato da crisi e tagli

3. Fatto questo, ritirarsi in un civile slenzio e godersi la lauta pensione che, nonostante tutto, lo Stato Le elargirà (si dice) il prossimo anno.

Tutto il resto, non interessa a nessuno




Pubblicato VENERDÌ, 05 OTTOBRE 2012 18:39  671 visualizzazioni





Picture
Una Fondazione per la Cultura Libera.  
Sostieni il progetto con una Donazione.

TRASFORMIAMO IN RICCHEZZA 

LE OPPORTUNITÀ