La Fondazione dello Spazio Urbano

Dacci Oggi Il Nostro Camion Quotidiano




La prima foto è del 23 maggio. La seconda, del 1° giugno.

In mezzo una sfilata di camion, anche due e tre. Ogni giorno. Prima per montare i pali, poi le luminarie. 

Oggi, 2 giugno, Festa della Repubblica, la musica è la stessa. Due camion.

E non è finita e poi dovranno smontare...

La piazza brutalizzata, violentata e spianata si prende la sua rivincita sui mediocri artefici del misfatto.

E i progettisti veri, quelli di due secoli fa, se la ridono dei loro mesti colleghi di oggi.

La Piazza combatte ancora. E non si lascia pedonalizzare (non ridete! :P) ad cacchium. Non senza reagire.

Che cosa sarebbe servito per mantenere la Città viva, per evitare la chiusura o l'esilio di storiche attività, per mantenere un giusto equilibrio di aggregazione e vitalità quotidiana?

Mmm... diciamo... una Rotonda?

D'altra parte, abbiamo resistito a millenni di oltraggi, prima di questa spianata del muro del pianto.

Supereremo anche questa.