Leggi tutti i post

Leggi tutti i post
Entra nel Cuore dell'informazione libera

giovedì 3 novembre 2016

Costituito il comitato per il NO


Riceviamo



Si è ufficialmente costituito da qualche giorno il comitato "Ruvo dice NO" in vista del referendum del 4 dicembre. L'impegno assunto da associazioni, movimenti, partiti e liberi cittadini ruvesi è volto a contrastare la riforma costituzionale Renzi-Boschi: una riforma scellerata che avrà un impatto indiscutibile sulla sovranità popolare, sulla rappresentanza, sulla partecipazione democratica, sul diritto di voto.

In linea con le politiche attuate negli ultimi decenni, si sta cercando di affossare definitivamente la nostra democrazia, stravolgendo l'identità della Costituzione e della Repubblica, inseguendo una centralizzazione delle competenze che equivale a più poteri per il governo e meno voce in capitolo per enti locali e cittadini. 

Chi ha proposto questa riforma ha avviato una campagna elettorale basata su messaggi biechi e qualunquisti: a fronte di un'effettiva riduzione del numero dei senatori, i cittadini saranno costretti a fare i conti con nuovo Senato i cui membri saranno privi di qualsiasi legittimazione sostanziale a partecipare alla delicatissima funzione di modificare la Carta costituzionale.

Spiegheremo queste e molte altre ragioni per cui votare NO al referendum del 4 dicembre nelle nostre numerose iniziative, volantinaggi e banchetti. Per noi è necessario prima di tutto informare i cittadini sui rischi che la democrazia corre con una riforma del genere, difendere i principi dell'attuale Costituzione e chiederne l'attuazione piena e completa, affinché sia l'interesse dei cittadini a prevalere e non l'interesse esclusivo di pochi.

Condividi