Parcheggi. Ritirare quella Delibera Illegittima

DUECENTOMILA VOLTE SI' ALLA SALUTE







Quasi 200mila cittadini del nord della provincia di Bari rischiamo la desertificazione sanitaria.
Sono i residenti di Corato, Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo.
Una popolazione equivalente a due terzi di quella del capoluogo, in un territorio otto volte più grande e logisticamente complesso, dall'Alta Murgia al Mare. 
Ma mentre il capoluogo ha un superospedale di II Livello - uno dei 5 in tutta la Puglia (Il Policlinico) - e due ospedali di Primo LIvello (San Paolo e Di Venere), questo immenso e popolatissimo territorio delle 5 Città, già oggi carente, viene ulteriormente depotenziato e avrà solo Ospedali di Base (destinati peraltro a chiudere), con una clamorosa perdita anche in termini di reparti oggi eccellenti.
Si tratta di una evidente disparità di trattamento di Cittadini, in evidente contrasto col principio costituzionale di eguaglianza di trattamento e in particolare del Diritto alla Salute sancito dall'art. 32.
Una disparità irragionevole, irrazionale, incostituzionale e soprattutto foriera di grandi pericoli per la salute pubblica in questi distretti.
Per prevenire questo grave pericolo e assicurare pari opportunità di cura ai duecentomila pugliesi oggi penalizzati e domani super-penalizzati, è sorto un comitato spontaneo di Medici, Personale sanitario e Cittadini che si riconosce nel Progetto Ospedale Unico del dr. Felice Spaccavento.
Un progetto all'attenzione del Governatore Emiliano, che domani a Ruvo riceverà le firme di oltre 170 medici e incontrerà i Cittadini.
Si spera, non solo con parole di conforto ma con un impegno preciso a far rivedere un Piano di Riordino chiaramente squilibrato che divide cittadini di serie A da cittadini di serie B.
È il caso di capire invece che giochiamo tutti nello stesso Campionato, e che ci si cura meglio, se ci si cura bene tutti.
Intanto sulla Pagina Facebook del Progetto si fanno gli ultimi appelli e viene lanciato l'hashtag #IoStoConFelice
Farete vostro questo appello? Lo farai tuo?
Per la salute nostra e dei nostri figli, noi speriamo vivamente di sì. Duecentomila volte.


Ecco il post sulla Pagina Facebook.

Ci siamo.
Domani incontriamo il Governatore.
Gli spiegheremo le nostre ragioni, gli consegneremo le nostre firme e gli chiederemo di condividere il nostro Diritto alla Salute (Costituzione, art. 32) con la creazione di un Ospedale di Primo Livello - organizzato, attrezzato ed efficiente come mai nel nostro territorio.
È un nostro preciso diritto.
Ci vediamo domani a Ruvo. Chi non viene si merita la Sanità che c'è.
Chi viene condivida per favore questo post, e se può imposti la foto come foto del profilo fino a domani sera.
Diffondiamo il Verbo.
Grazie. Un Grazie di primo Livello! :)

#IoStoConFelice

Ospedale Unico Primo Livello