Il Processo

I DIALOGHI DI RUVO








C'è di tutto nel programma 2016 dei Dialoghi di Trani. Anche qualche zeppa, ovviamente. 

Ma sopratutto una nutritissima serie di eventi di altissimo livello, che accendono fari nazionali e internazionali sulla bellissima Città e lasciano il segno a livello mediatico e non solo.

Con Davigo, Sgarbi, Ainis, Ercolini e una serie di star più o meno brillanti del circo mediatico nazionale. E con tematiche di alta attualità. Dall'Ambiente alla Costituzione, dalla Musica alla Bellezza e così via.

Una grande sinfonia culturale.

La ricaduta di immagine è enorme. Con tutto quello che ne consegue. Provate ad andare su Google e digitate "dialoghi". Guardate cosa vi suggerisce come prima voce il motore di ricerca più famoso del mondo.

Ecco, I Dialoghi di Trani sono quanto più vicino a ciò che intendo per Festival Culturale.

Non si tratta ovviamente di copiare ma di reinterpretare, articolare, migliorare magari, perché tutto a questo mondo è migliorabile. Ma fare. Muoversi in quella direzione.

Questo è il binario su cui una Città come Ruvo deve muoversi, proponendo il suo festival originale o se possibile integrandosi e arricchendo quello esistente.

Non ci manca nulla, tranne ciò che è tutto: un progetto chiaro, ambizioso e credibile - capace di attrarre finanziamenti importanti, fuori dalla logica dello striminzito contributo pubblico - e una ferrea intransigente volontà di riuscire a realizzarlo.

Quest'anno la nuova amministrazione ha dovuto arrangiarsi. Lode all'assessore, ai Cittadini e alle Associazioni che hanno dato una mano.

Per il futuro, però, bisognerà pensare in grande. Perché fare ciò che fanno tutti significa scomparire. E noi siamo già scomparsi abbastanza in questo ultimo orribile quarto di secolo. Per non parlare degli ultimi 2000 anni...

Abbiamo tantissimo da offrire e Matera 2019 è ormai dietro l'angolo. Vogliamo restare fuori e rimanere relegati al piccolo cabotaggio, o dare un colpo di reni e spiccare finalmente il volo?

Si potrà aprire su questo tema, di rilevanza vitale, un Dialogo con l'amministrazione?

Noi ci siamo, come sempre. Speriamo di non rimanere soli. 




Qui il programma completo