PASSAGGIO A PALAZZO AVITAIA

#SalviamoRuvo

 Una proposta ai gruppi M5S per vincere insieme e cambiare la Storia e la Città. 




Il Movimento Cinque Stelle non è un partito come un altro, per me.

Sono stato uno degli iscritti della prima ora a livello nazionale, diversi anni fa. Il primo in Città, probabilmente. Sicuramente il primo fondatore del primo gruppo cittadino. 

Ancora oggi sono iscritto. Voto ancora M5S, nonostante tutto, ogni volta che è possibile.

Certo, alcuni aspetti non mi sono mai piaciuti e a causa loro il mio entusiasmo si è progressivamente raffreddato.

Il mio entusiasmo per le scelte di vertice. Non certo quello per il NonStatuto e per le promesse di democrazia di base, in cui credo ancora: uno spirito innovativo potente di cui la mia azione e quella di RuvoLibera ha cercato di essere punto di riferimento importante, credo anche con qualche successo.

Avrei potuto presentare una lista M5S nel 2011, c'erano tempi e possibilità. Ma allora non mi passava per l'anticamera del cervello di candidarmi, o che un giorno l'avrei mai fatto. Non sono un cacciatore di poltrone né un malato collezionista di voti e di liste per sistemare amici e parenti - parassiti a spese della collettività.

Gli altri amici uguale. Le mie stesse orgogliose "malattie": tanta etica e niente opportunismo. Lasciammo perdere.

Poi, ben dopo le elezioni e la loro follia, fondammo finalmente il gruppo, per essere dopo qualche mese scavalcati da un altro gruppo che ci reputava (a causa delle remore di cui sopra) troppo morbidi, esigenti, perfezionisti, prudenti, razionali, e chissà che altro - e ambiva al passo di carica garibaldino.

Loro si identificavano totalmente nel verbo "grillino", noi nello Statuto (detto Non). E ovviamente nella Costituzione.

Abbiamo quindi preso strade diverse.

Poi, qualche mese fa, quel gruppo si è diviso, per ragioni che non intendiamo questionare, col risultato di presentare 2 liste diverse alla stramba procedura di autenticazione del M5S e con il risultato finale, pare di capire, che nessuna sarà autorizzata. A pochi giorni dalla chiusura dei termini di presentazione.

Così si spiegano almeno certi commenti malinconici e sconsolati su Facebook.


Ma il Movimento Cinque Stelle non è un partito come un altro, anche per la Città.

Ruvo HA BISOGNO di un'opposizione agguerrita, che pungoli e controlli la maggioranza, quale che sia.

Altrimenti ci saremo meritati le conseguenze e anche il M5S sarà stato corresponsabile.

È una situazione che considero e consideriamo francamente inaccettabile.

Possibile che averci scavalcati a passo garibaldino porti ora solo a queste striminzite conseguenze? Penso e pensiamo di no. Ne siamo sicuri.

Al di là della differenza di opinioni e delle differenti percezioni, tutti gli amici M5S che conosciamo sono mossi dal giusto fervore della cosa pubblica.

Ed ora, amici, da amico, cittadino, o se volete da critico, o in qualunque altra veste vi piaccia vedermi, vi dico: BASTA. È ora di sotterrare l'ascia di guerra e di dare seguito costruttivo al vostro indubitabile amore per la cosa pubblica, al vostro spirito critico, alla vostra energia, al vostro controllo, alla vostra intransigenza su regole e legalità.

Se non ora, quando? Se non a Ruvo, dove?

Noi diciamo che il posto giusto è questo, e che questo è il momento giusto

Da QUI deve partire la Rivoluzione Democratica di cui il Sud e l'Italia hanno bisogno

Liberarsi dal clientelismo e adottare una logica dei meriti e dei bisogni. Moderna e democratica. Questo è il primo passo e su questo siamo sicuramente d'accordo.

Ci date una mano?


Senza contare gli innumerevoli punti su ambiente, sanità, bilancio, trasparenza, legalità e i mille altri su cui le nostre posizioni sono totalmente le stesse.

Abbiamo bisogno di voi. La Città, ha bisogno di voi.

Vi stiamo antipatici? Io più che mai? Non dovete mica sposarci. 

Sfruttateci. Ma ascoltate la voce del dovere civile, che sicuramente sentite forte e chiara, mettete da parte i vostri rancori e non fate mancare la vostra forza per il cambiamento di questa Città.

Voglio perciò, e vogliamo, come lista, all'unanimità, rivolgere un sincero invito agli amici 5S di entrambi i gruppi. A tutti voi. A te.

Presentate 1 o 2 candidati per gruppo con noi.

Una volta eletti, un minuto dopo, vi dichiarerete appartenenti al M5S e farete la VOSTRA politica, senza che nessuno vi chieda nulla.

O volete subire passivamente altri 5 anni di questo delirio? Di questo martirio cittadino? Di questo affondamento continuo? Sono sicuro di no.

Sia chiaro. Ognuno con la sua identità. La nostra offerta è qui, pubblica e trasparente

Niente camarille. Niente riunioni segrete. Niente patti. Niente vincoli. Niente trattative.

Vi offriamo un passaggio a Palazzo Avitaia e a posto così.

Non ci dovete niente. Non vi dobbiamo nulla.

Faremo ognuno la sua battaglia e voteremo secondo le rispettive valutazioni.

La Storia vi attende. La Città, vi attende. È un appuntamento da non mancare.