PIOGGIA DI RISATE SUL PD

#SalviamoRuvo



Vabbè dai. Oggi volevamo prendercela libera ma non è cosa. È troppo ridicolo. 

Ma siamo a Ruvo o a Zelig? perché qui c'è da scompisciarsi veramente... :P

Ma i comici, secondo qualche mentecatto, non dovevamo essere io, Pinuccio e Sgarbi? Rei di difendere Storia e Bellezza, Città e Bene Comune?

E sì che esplodere nel ridicolo è la specialità di questo Partito Distruttore e dei suoi macchiettistici leader. Ma qui davvero si sono superati.

Prima gli eroi del Partito Decadente ruvese sono andati a pietire una candidatura a mezza Puglia. Hanno incassato un rifiuto dopo l'altro. Sbattuto il muso ad ogni angolo.

In ultimo, pare di capire, sono stati mandati dove meritano da Pasquale Chieco - e ora guarda caso riscoprono lo statuto, le primarie e tutta la fanfara delle chiacchiere morte.

Beh, c'è da dire una cosa. Con loro e la finta opposizione il divertimento è assicurato almeno quanto il malgoverno. 

Che Partito Divertente... 

I vertici digerenti, almeno.

E la base? I militanti a cui questi digerenti hanno fatto perdere le fede e la faccia - ridono anche loro o sono pronti a cacciarli per qualcosa di meglio?

E intanto Ruvo affonda. Ci portano al disastro - ma ridendo...

 

“Il Partito Democratico affida alla partecipazione di tutte le sue elettrici e di tutti i suoi elettori le decisioni fondamentali che riguardano l’indirizzo politico, l’elezione delle più importanti cariche interne, la scelta delle candidature per le principali cariche istituzionali”. ( Statuto PD art.1, co.3 )
Il circolo PD ruvese in linea con le proprie norme statutarie e in ossequio ai principi che hanno caratterizzato il PD sin dalla sua nascita, propone che il futuro candidato Sindaco della nostra città venga scelto attraverso l’ormai consolidato metodo delle Primarie .
Riteniamo che le Primarie offrano la grande opportunità di aprire ai cittadini il dibattito sul futuro della nostra città. Crediamo che il centrosinistra debba convergere per le prossime elezioni amministrative su una candidatura unitaria, autorevole e rappresentativa: le Primarie sono una grande prova di trasparenza e di democrazia, che consegna questa scelta nelle mani delle nostre elettrici e dei nostri elettori. Per questa ragione, il PD di Ruvo sceglie di costruire una larga coalizione di forze democratiche e del centrosinistra che sia supportata da un programma condiviso e dallo strumento delle primarie per la scelta del candidato/a a Sindaco del comune.
Le forze politiche, i movimenti e le persone che appartengono al perimetro del centro sinistra hanno la possibilità di mettersi in gioco in un confronto serio, pacato e costruttivo che porterà alla costituzione di una coalizione coesa attorno ad una figura condivisa garante della costruzione di un progetto comune.
Questo il metodo, a breve regolamento e istruzioni. Per il momento la certezza che il 13 Marzo Ruvo avrà un candidato, liberamente scelto dagli elettori ed elettrici del centrosinistra ruvese.


Il testo è preso da ruvesi.it. A noi non lo hanno mandato. Sapevano benissimo l'effetto che avrebbe fatto... :P