Leggi tutti i post

Leggi tutti i post
Entra nel Cuore dell'informazione libera

mercoledì 13 gennaio 2016

FINALE DI PARTITA

#SalviamoRuvo

"La firma del Coordinatore (Mario Albrizio, ndr) e quella del Presidente sono obbligatorie per certificare ogni alleanza, dovendosi ritenere nullo ogni atto privo anche di una sola di esse."




Abbiamo presentato in questi giorni, sulla questione Ruvo in Movimento e tradimento degli accordi e del patto Fondativo da parte dei vertici - documenti e argomenti tali da togliere ogni dubbio a chi non manca di senno.

Con quest'ultimo documento dovremmo riuscire ad aprire gli occhi anche ai ciechi

Per altri miracoli ci stiamo ancora attrezzando. Sorry. ;)

Ora anche i più maligni dovrebbero capire che saremo anche dei puri. Ma non degli sprovveduti. E che sappiamo calcolare gli eventi molto meglio di certe presunte volpi, che come tutte le volpi prima o poi finiscono in pellicceria.

Da oggi tutti hanno tutti gli elementi per capire. Per sapere di chi possono fidarsi e di chi no. Quale parola merita di essere ascoltata e quale è solo tempo perso.

Se fosse una partita a scacchi, questa mossa si chiamerebbe Scacco Matto. Ma in realtà è stata una partita molto meno interessante e molto più prevedibile, col finale già scritto. Per la precisione, già scritto il 18 settembre scorso - voluto da me e controfirmato da Presidente e Vice Presidente di Rim. 

Già allora era infatti chiarissimo dove portavano certe oscillazioni e certi repentini cambiamenti di rotta. Ma, lo ammetto, più volte nei mesi successivi mi è capitato di essere tentato di prendere sul serio certe "rassicurazioni"; sul punto di illudermi che davvero potessi essermi sbagliato; che si stesse iniziando un percorso leale e duraturo, quali che fossero il passato o il "pentimento" dei miei interlocutori.

Purtroppo, in questi casi ci si azzecca sempre. 

Con questo documento ogni discussione giunge al termine per chi non è in malafede. Per chi lo è, come abbiamo già detto, non facciamo miracoli.

L'assemblea-farsa del 7 gennaio era quindi illegittima e ancor più illegittima, totalmente illegittima, la designazione così come completamente illegittimo era e sarebbe stato qualunque accordo di coalizione privo della firma dello scrivente. Punto. Discussione chiusa.

Ora rimane da sistemare le cose all'ìnterno di Rim, per ripristinarne la legalità e la piena onorabilità. Ma sono questioni che si risolveranno, amichevolmente (per quanto possibile dopo questa lacerazione) o per via giudiziaria, dentro Rim. Ci saranno prestissimo novità, ma saranno comunicate nei canali dedicati.

Per noi, qui, la questione è chiusa. 

Riprendiamo a immaginare e capire come ricostruire la Città. Vuoi darci una mano? A breve le occasioni per farlo e diventare protagonista. Stay tuned.




Il testo integrale della nomina del 18 settembre:





NOMINA COORDINATORE DELLA COALIZIONE

Si conferisce al sig. Mario Albrizio, membro del Direttivo dell’Associazione Ruvo in Movimento, l’incarico di Coordinatore della Coalizione a formarsi tra liste aderenti.

In accordo col Presidente, e suo tramite con il Direttivo dell’Associazione, il Coordinatore rappresenterà all’esterno, quale portavoce, la Coalizione in fieri o già formata.

Avrà potere di ricevere, invitare, dialogare, proporre, suggerire, recepire ecc… ad ogni livello, in autonomia, tenendo sempre informata e coinvolta la Presidenza dell’Associazione e suo tramite il Direttivo dell’Associazione stessa.

Analoga funzione il Coordinatore svolgerà riguardo alle altre liste/Associazioni che dovessero formarsi e/o aderire, mantenendosi equidistante e collaborando con ciascuna lista nell’interesse generale della Coalizione - ferma restando la reciproca informazione sui progressi raggiunti.

Per questi motivi il Coordinatore, pur essendo espresso da Ruvo in Movimento in quanto Associazione/Lista iniziatrice, è da considerarsi espressione del Progetto generale, aperto e inclusivo rispetto ad altri soggetti previe l’osservanza dei propri principi fondativi e l’adesione a una politica di bene comune, meritocratica e anti-clientelare.

L’incarico di Coordinatore non implica né esclude la successiva nomina a Candidato Sindaco.

L’incarico è temporaneo come tutti gli altri e scompare automaticamente con il rinnovo totale delle cariche in seguito all’Assemblea generale e la contestuale nomina del Candidato Sindaco, designato secondo Documento Fondativo, Griglia e Statuto - che ne prenderà posto e funzioni.

La firma del Coordinatore e quella del Presidente sono obbligatorie per certificare ogni alleanza, dovendosi ritenere nullo ogni atto privo anche di una sola di esse.


Ruvo, 18 settembre 2015
In fede

Il presidente RiM
[si oscurano nomi per privacy, ndr]

Per conoscenza e approvazione:il vice-presidente RiM
[si oscurano nomi per privacy, ndr]






Condividi