PIAZZA STOP & GO

#SalviamoRuvo

PRECISAZIONI




A seguito di alcune errate interpretazioni del comunicato di Forza Italia di ieri, arrivate sia a noi che a FI - precisiamo (ma ci sembrava chiaro anche prima) che ciò che si è richiesto non è il blocco dei lavori ma uno stop alla fretta di chiudere e coprire prima di aver capito cosa c'è sottoun cambio di attenzione, che punti alla salvaguardia dell'immenso patrimonio storico-archeologico così come delle delle attività della Piazza e dei residenti.


Stop all'ottusità

Chiaramente non si intende lo stop dei lavori (non vogliamo un'altra Piazza Dante, né noi di RL, né FI né crediamo nessun altro) ma lo stop dell'ottusità e del partito preso dell'amministrazione.


Go alla serenità

Mentre vogliamo il GO per tutte le attività della Piazza e per i residenti.

Non vogliamo che perduri l'assedio transennato a residenti e attività. Assedio che, se ci avessero ascoltati, non sarebbe neanche MAI iniziato.

Vogliamo anzi che residenti attività riprendano a vivere nella serena normalità così brutalmente interrotta.

Vogliamo una soluzione di compromesso intelligente che liberi l'accesso a residenti e attività senza mettere una pietra tombale sul nostro passato, che va anzi inserito in un grande e organico progetto di sviluppo, cittadino e non solo, per diventare il grande volano di crescita che può e deve essere.

I tempi e i modi ci sono. Basta un minimo di ragionevolezza da parte di chi fino ad ora non ne ha mostrata neanche un grammo.

Su questa linea, siamo immediatamente disponibili a dare il nostro appoggio in tutte le sedi.

Su questa linea, su questa battaglia di civiltà, tutti sono chiamati a schierarsi, nessuno a defilarsi.

Residenti e attività stiano tranquilli: non siamo noi che li abbiamo ingabbiati. Non da noi si devono guardare. 

Noi siamo quelli che lavorano per liberarli, e farli prosperare. Come tutta la Città.