La Fondazione dello Spazio Urbano

NAPOLI RESTAURA E RIQUALIFICA. NOI, FURBI, DISTRUGGIAMO





LUNGOMARE DI NAPOLI: ECCO IL PROGETTO PER IL RESTYLING
di Antonio Corradini


NAPOLI, 5 SETTEMBRE – La giunta comunale di Napoli ha concesso la delibera riguardante il progetto di riqualificazione del lungomare partenopeo, nel tratto compreso tra piazza Vittoria e Molosiglio. Il progetto è stato messo in piedi con la collaborazione delle associazioni di categorie della zona come gli albergatori, i ristoratori e i commercianti.


“Siamo molto soddisfatti” Commenta il sindaco Luigi De Magistris con l’assessore Carmine Piscopo. “che la soprintendenza abbia condiviso questa scelta strategica ritenendola utile alla valorizzazione del bene ambientale costituito dal Lungomare di Napoli, sottolineando che l’incremento delle aree pedonalizzate e la limitazione del traffico veicolare possono arrecare benefici alla conservazione dei beni culturali dell’area e alla loro migliore visibilità, godibilità e fruizione. La rigenerazione di questo tratto di costa, con la realizzazione di arredi e attrezzature stabili, ne consentirà il pieno utilizzo da parte dei cittadini, potenziando l’offerta turistica con positive ricadute anche occupazionali.”
La pavimentazione del nuovo Lungomare sarà in pietra lavica, una sorta di recupero storico della sua antica immagine, prima della fredda colata d’asfalto del regime fascista, in occasione della visita di Hitler a Napoli. Il progetto definitivo prevede, oltre alla sostituzione della pavimentazione, l’ampliamento del marciapiede lato edifici, al fine di aumentare lo spazio pubblico per la sosta dei pedoni, regolamentando quello destinato alle occupazioni da parte di bar e ristoranti; la razionalizzazione delle attuali funzioni stradali attraverso la realizzazione di due corsie veicolari, per garantire il transito dei mezzi di soccorso e di quelli autorizzati; la realizzazione di un percorso ciclabile, il riassetto del sistema di raccolta delle acque e degli impianti fognari, risolvendo le attuali criticità; l’adeguamento e l’implementazione dell’impianto di pubblica illuminazione.
Il progetto complessivo prevede la spesa di circa 12 milioni di euro, e i lavori prenderanno il via per l’inizio della prossima primavera (mica in autunno come i barbari... ndRL) e si concluderanno entro sei mesi.
Il Lungomare partenopeo tornerà ad essere la più bella passeggiata d’Europa.