Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

L'INIZIO DEL DISGELO. LO SPETTACOLARE VIDEO DEL RITROVAMENTO IN PIAZZA CASTELLO.

#SalviamoRuvo




Battiam battiam le mani, arriva il direttor...

No, non arriva il direttore, oggi. Arriva il/la funzionario/a della Sovrintendenza, per decidere se i ritrovamenti in Piazza Castello valgono una sospensione dei lavori.

La previsione è infausta. Minimizzeranno e un pezzo importante della nostra Storia, sia pure venuto alla luce grazie a un immenso stupro che grida Giustizia, sarà sepolto da una colata di cemento e dall'orrore senza fine del progettaccio illegittimo e antidemocratico.

Stiamo pur sempre parlando della Sovrintendenza che ha già autorizzato lo stupro della Piazza, la cancellazione di 2 secoli di Storia piena e intensa, in nome di un mostro senza identità e per giunta perseguito in modo illegale e tiotalmente antidemocratico.

È la stessa Sovrintendenza che NON ha considerato la Piazza meritevole di vincolo ma ha vincolato i tavolinetti tipo Ikea da quattro soldi.

Di questo stiamo parlando.

Con queste premesse, c'è poco da stare allegri.

Ma la speranza è l'ultima a morire.

Intanto, se potete, approfittate del sabato per farvi una passeggiata in Piazza

Fate sentire la vostra presenza. Il vostro affetto per quella Rotonda stuprata e che prima o poi riavremo ancora.

Dite loro con le parole, con i gesti, con gli sguardi, che la nostra Storia non si tocca.

Invita i tuoi amici. Condividi questo post e questo video.

Nonostante tutte le apparenze. Servirà. Fatelo. Fallo. Tu.

Intanto ecco il video del ritrovamento, realizzato da un Lettore che aggiunge un commento che val la pena leggere
Se noti durante il video si vede benissimo che la ragazza con i jeans si accorge di me e avvisa la signora con la giacca nera che... subito si allontana... forse per riferire... Certo non si aspettavano che qualcuno li riprendesse... Non mi sembrava una squadra di "Esperti", si muovevano e operavano con approssimazione... Secondo me ci sarebbe voluto un Team indipendente che garantisse la "consistenza" del ritrovamento ...

Se hanno avuto la "forza" di andare avanti con la "distruzione" mettendosi contro mezzo paese... Seppur dovesse esserci qualcosa di importante... avranno la forza di dire che non c'è niente di rilevante... aggiungendo così la "beffa" al "danno"...

Mario Albrizio
Posso pubblicare questo tuo commento?

Beh non ho elementi per supportare quello che penso ma ... tant'è ... Questo è il mio pensiero... perciò fai pure... Tieni conto che ci saranno una montagne di critiche... Ci accuseranno di qualunquismo...

Mario Albrizio
Puoi immaginare quanto ci sia abituato e quanto me ne freghi, di fronte a un interesse superiore.
Ma se vuoi posso tranquillamente oscurare il tuo nome. 
No no, tranquillo, metti pure il mio nome... La penso anch'io come te...
Roberto Stasi 


oggi (ieri per chi legge, ndr) è già la seconda persona che mi dice: no, metti pure il mo nome, la democrazia è un diritto e voglio farlo valere.

Non potevano farmi regalo migliore.

Ed è solo l'inizio del disgelo.