Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

LA PIAZZA CHE VOGLIAMO - LA PIAZZA DI TUTTI I RUVESI - COMPIE CENT'ANNI

Piazza Castello e la Rotonda nel primo scorcio del '900.


Bellissima, completamente pedonale e piena di anima, di Storia nel suo farsi.

Si vergogni chi l'ha chiamata "uno spartitraffico". Lo sarà forse la sua testa.

Quella Rotonda è ben altro.

È il Cuore dell'Agorà, della Piazza, del Discorso Civile, della Democrazia. 

È il Piedistallo dei Cittadini, la  casa di Tutti, contrapposta alla casa dei signori di ieri, il Castello, e di quelli di oggi, le varie amministrazioni incompetenti che hanno affossato la Città.

Che hanno negato ai Cittadini un Referendum sacrosanto. Che ora vogliono finire l'opera strappando il cuore alla Città, chiudendo le porte alla Democrazia per conservare le loro seggiole puzzolenti di fallimento.

Ma la Piazza che vogliono i Cittadini è già lì. Bellissima e fiera. Si tratta solo di metterla a nuovo. Pedonalizzarla con intelligenza. Armonizzare le facciate e soprattutto guardare al futuro con un Piano serio di Recupero e Valorizzazione Storico-Archeologica.

Memo per la prossima amministrazione. Sperando che sia finalmente un'Amministrazione Viva. Dopo più di vent'anni di sepolcri imbiancati, di amministrazioni incompetenti e di opposizioni conniventi, abbiamo davvero bisogno di una Resurrezione.

Piazza Castello e la Rotonda nel primo scorcio del '900. Grazie a Gaetano Fracchiolla per la foto

Seguici su Facebook!