Un Pieno di Democrazia





Sala strapiena e posti in piedi. Se dovessimo sintetizzare in un tweet la serata di ieri, sarebbe questo. E aggiungeremmo: la Città riparte dai Cittadini.

Il Caffè col Futuro ha funzionato. Senz'altra comunicazione che il passaparola.

Un centinaio di Cittadini di ogni estrazione e convinzione hanno espresso proposte e suggerimenti, condiviso e criticato idee, insomma hanno fatto Democrazia.

Accorata la lettera aperta del relatore ing. Salvatore Barile, che ha aperto la serata portando ironicamente i "saluti" di alcune aziende che hanno espresso vicinanza al progetto ma non hanno ritenuto di farsi vedere per evitare rappresaglie ("tu ci capirai").

A questo è ormai ridotto gran parte del fragilissimo tessuto sociale e civile ruvese: a una spianata di paura quando si guarda a Palazzo Avitaia, di cui si conosce evidentemente bene lo spirito selvaggio, tribale e vendicativo.

Ieri quello spirito omertoso è stato sconfitto da un'impressionante partecipazione civile, di cittadini, tecnici e imprenditori che non hanno avuto paura a mostrare la faccia

Ed è solo l'inizio. Ma vincere la paura e ripartire dai Cittadini, è sempre l'inizio migliore.