Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

PUGLIA. LA DURA REALTÀ: "la più bella del mondo" è anche la più stuprata

La Puglia sarà anche "la più bella del mondo" (e chi più di noi può esserne convinto?) ma c'è chi lavora strenuamente per renderla un inferno. E non è solo Ilva.

È ora di fermarli.


ECOMAFIE, PUGLIA DA RECORD CON 4500 REATI E 4 MILA DENUNCE




ROMA (ITALPRESS) - Cresce l’incidenza criminale nelle quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa (Puglia, Sicilia, Campania e Calabria), che continuano a mantenere le prime quattro posizioni in classifica per numero di reati ambientali: qui si è registrato più della metà del numero complessivo di infrazioni, ben 14.736. In controtendenza rispetto agli altri anni il calo dei reati in Campania, misurabile nell’ordine del 21%, in particolare nella provincia di Napoli, dove la riduzione è stata del 36%.  

E' quanto emerge da Ecomafia 2015, il rapporto annuale di Legambiente sulle storie e i numeri dell'illegalita' ambientale in Italia, realizzato grazie al contributo delle Forze dell'ordine, presentato oggi a Roma

Il Lazio, al quinto posto, si conferma la regione del Centro con più ecoreati, seguito da Sardegna e Toscana, mentre la Liguria è la più colpita tra le regioni del Nord. 

La regione dei record è invece la Puglia, con il 15,4% dei reati accertati (4.499), cui si sommano 4.159 denunce e 5 arresti. In linea col dato regionale, la provincia di Bari risulta la prima per numero complessivo di infrazioni, 2.519.
(30 giugno 2015, art. originale su ITALPRESS).