Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

PIÙ IMPRESA, PIÙ CITTÀ. PARTONO I FOCUS PER RUVO 2016


Partono i Focus del nuovo Movimento e di RuvoLibera sulle elezioni del 2016. 

Elezioni decisive come mai nessun'altra, tra passato e futuro, tra morte e resurrezione, tra partiti clientelari e Cittadini. Tra pochezza amministrativa e Democrazia.

Il primo Focus è dedicato alle Imprese, edili e non. Ne seguiranno altri.

Vuoi presentarci il tuo o della tua categoria? Mandaci una mail: [email protected]




PIÙ IMPRESA, PIÙ CITTÀ
venerdì 24 luglio
ore 19
Caffè 79

Dopo il Caffè con il Futuro, che tanto successo ha riscosso e tanto ha fatto tremare i baldacchini di Palazzo Avitaia, cominciano i Focus specifici per raccogliere le voci, le proposte, le critiche e i suggerimenti dei Cittadini.

È il sale della Democrazia, e la Democrazia è la prima cosa che conquisteremo.

Chi ha osato tappare la bocca ai Ruvesi dovrà andare a casa. Senza se e senza ma. Con la massima sanzione e con la massima vergogna possibile.

Su tutto il resto ci confronteremo con chiunque abbia buone idee e buona volontà.

È così, che nasce il partito dei Cittadini. Per una Città che vuole tornare a vivere. Liberandosi dalle zavorre che l'hanno fatta affondare e ripartendo dal Bene Comune.

Cominciamo dalle imprese, il motore dell'economia.

L'ingresso è aperto a tutti.