OTTOMBRINI ASFALTATO SULLA POLTRONA




Radio Avitaia comunica.





Svolta la seconda riunione segretissima di cui si sa tutto.

Ottombrini costretto a ritirare la sua candidatura per il 2016.

In cambio i consiglieri refrattari firmeranno il bilancio preventivo. Si formerà una commissione che 'studierà' il bilancio e lo spiegherà agli altri. Cosi presto? Magari potevano aspettare settembre... :P

Azzerata la giunta. Saranno nominati assessori 'tecnici'. Per chi sa cosa significa.

Ovvero che il sotto-partito Ottombrini-Montaruli ha perso e quello che nei giorni scorsi aveva spinto la candidatura De Palo si è preso la sua rivincita.

Ottombrini costretto ad elemosinare una tregua per non saltare subito.

La Città agonizzerà fino a maggio sotto questa giunta 'tecnica'. Tanto paghiamo noi.

L'inevitabile disastro elettorale del Pd sarà scaricato sulle spalle - dicono le nostre fonti - di un giovane di nessuna speranza, la cui bruciatura non importa a nessuno.

Cosi finisce la disastrosa storia della sedicente sinistra inciucista ruvese. Disastro su tutta la linea. Proprio come hanno fatto alla Città. Quando si dice la coerenza...

Ma la lettura giusta è forse un'altra, a ben vedere.

Le vecchie cariatidi hanno promesso la rinuncia e l'azzeramento della giunta DOPO l'approvazione del bilancio. 

Cioè dopo che loro avranno raggiunto il loro risultato. Tenere le chiappe sulla poltrona.
Che è quello che gli interessa, per sopravvivere ancora un po', a spese nostre.

Insomma, prima avranno il cammello, dopo eventualmente pagheranno. Cioè azzereranno la giunta ecc.

E quanto scommettiamo che troveranno un motivo per non rispettare il patto? ;)

La vecchia storia del lupo che promette all'agnello di diventare vegetariano. Ma solo dopo averlo mangiato.

Fa specie constatare che ancora ci siano agnelli che ci cascano.

Intanto le ambizioni di Ottombrini a una ricandidatura sono state asfaltate. Ma rimane in sella. Come dire, asfaltato sulla poltrona.