Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

BIS. IL LAVORO SENZA LA SICUREZZA



E SIAMO A 9 MORTI. Come nel '59. Famiglie e attività distrutte. La pregiata ditta Bruscella, una delle "6 migliori d'Italia", ha dato il bis.

Ora sarebbe anche il momento di far finire questo cazzo di "spettacolo" e imporre e FAR RISPETTARE standard RIGOROSI di sicurezza per un'attività dove l'indiscusso genio artigianale evidentemente non basta.

Se i migliori saltano in aria, per gli altri è solo questione di tempo. Come già tante volte è avvenuto.


Ci sono già troppe esplosioni nella coscienza di questa nazione infelice.

È ora di dire basta. Costi quel che costi. Qui come all'Ilva, a Brindisi o nelle campagne dei mille Mohamed.

Garantire il lavoro insieme alla sicurezza. Un binomio che non deve mai più essere scisso.