Il Dio Di Passaggio

Avevamo ricevuto diversi allarmi, richieste di intervento, imprecazioni, inviti a chiamare la Sovrintendenza… sulla strana “cosa” in costruzione davanti alla facciata senza pace di palazzo Jatta.
Abbiamo mantenuto la calma e alla fine la verità, che sa sempre dove andare, come sempre è venuta a trovarci.
È lo stesso autore dell’opera, il giovane Massimiliano Di Gioia, a parlarcene.
Si tratta di una installazione, il Dio Stupore. Un’opera d’arte che starà lì un mese, “se i vandali non me la buttano giù prima”.
Quindi possiamo stare tutti tranquilli.
Si tratta di un dio di passaggio
Mentre resta che un giovane talento ruvese ha avuto la possibilità di esprimersi anche in patria dopo averlo fatto con successo fuori.
Speriamo diventi una regola. Che il dio delle opportunità passi più spesso e magari si fermi un po’.

METTETE DEI FIORI SUI VOSTRI BALCONI


Bari fiorita. E  Ruvo?




Ditelo con i fiori.

Ditelo dalla città martirizzata. Alla Città dei 120 avvisi di garanzia, dei 30 milioni di debito, degli sprechi e del malgoverno ventennale.

Ditelo dalla Piazza che si accinge ad essere sventrata.

Ditelo dal Centro Storico che sta per essere strangolato.

Ditelo dai negozi che moriranno.

Mettete dei fiori sui vostri balconi

Sulle vostre vite sequestrate.

Sulle vostre vetrine condannate.

Tra le vostre labbra che devono tacere, perché loro hanno già deciso per voi.

Tra i vostri diritti negati e sbeffeggiati.

Tra le vostre mani la cui firma è vilipesa da chi dovrebbe esaltarla.

Mettete dei fiori.

Che questa Città scenda, bellissima come lei sola sa essere, al martirio finale.






Una festa di colori e profumi anima la città vecchia a Bari. In tanti hanno aderito con entusiasmo all'iniziativa 'Fior di balconi', con la quale il Comune "premierà l'impegno di chi, attraverso l'utilizzo di piante ornamentali, alberi, essenze, complementi di arredo per esterni, contribuirà a valorizzare lo scorcio di una via o l'immagine di una piccola finestra, un palazzo o una corte" del borgo antico. 

"Sarà un modo per incuriosire baresi e visitatori a riscoprire gli angoli e le vie più nascoste, nel groviglio di cortili e di vicoli, tradizionalmente affidato alla cura e alla sensibilità di chi ci vive e che ora vuole coinvolgere anche i commercianti e gli artigiani". 


Entro il mese di giugno una commissione attraverserà sceglierà i tre allestimenti più belli, che saranno premiati con un contributo in denaro da 1.500, 1.000 e 500 euro.