LA STORIA SVENDUTA. E SEPOLTA


Infuria sui social la polemica a proposito del triste stato degli ultimi pezzi della nostra Storia sopravvissuti al naufragio.

In attesa che ci uccidano e rubino anche la Storia e la Memoria in Piazza Castello, il Cuore Vivo della Città, seguiamo l'odissea dello sconcerto intorno a quest'altro gioiello dimenticato, forse svenduto, di certo sepolto e oggi più a rischio che mai.



Ecco il post su Facebook e i commenti. Avvisiamo i Lettori che spesso questi contenuti sono scritti dal cellulare e questo spiega molti errori di grammatica elementare. 
    Se l'italia è il paese dei cachi..... ruvo è la capitale delle cagate!!!!
     — con Michele Pellicani e altre 2 persone.

    foto di Vittorio Lorusso.

Direttamente dal paese delle cagate......
Ad agosto vi prometto una ripresa dall'alto tramite drone di questa autentica cagata.
Sempre in attesa che qualcuno voglia passare dallo stato stuporoso a quello fattivo.

foto di Vittorio Lorusso.

  • Nino Di Gioia Quel torione sta x essere venduto e chi lo sta comprando lo sistemerà perché è in uno stato pietoso e nessuno fa niente io ci sono andato d'entro e vi posso garantire che nn é un bel vedere . L'altro punto di quel pergolato che voi tutti vedete e tutto in regola come permessi e volumetria anzi vi dirò di più mentre lavoravamo fu stata fatta segnalazione hai vigili che stavamo facendo dei lavori abusivi . Alla fine sapete cosa é successo?che chi li ha chiamati aveva lui una bella finestra abusiva . Nn parlate sempre di cose che nn sapete pensate a cose più serie e nn ha chi vuole valorizzare il centro storico. Vi ricordo che sotto l'arco nn c'era ne una luce e usavano l'arco come bagno pubblico .prima di azionare i cellulari e fare foto al vento assicuratevi di quello che scrivete e dite . Buona domenica a tutti voi e ricordete vivete e lasciate vivere .
  • Angela Longone Se è regolare, fa ancora più schifo... Nino, fin a nù cert pund... se chiedi tu un autorizzazione x un pergolato che eviti l' Entrata della pioggia in casa tua... put stó a chiang... qui, in Questo caso, così moderno sto scheletro, che ci fa sul Torrione.... 

    Come si può sapere a quanto é stato venduto il monumento???
    20 min · Mi piace · 1
  • Mario Albrizio Trovo queste cose di una gravità inaudita.

    Quel torrione è un pezzo della nostra Storia. 


    NON può essere stato legalmente ceduto e men che mai dovrebbe poter essere rivenduto.

    Se chi oggi lo tiene (e vorrei capire a che titolo) vuole disfarsene DEVE contattare l'Amministrazione pubblica e soprattutto chiunque ci vada (e vorrei capire a che titolo) NON si azzardi a toccare nulla e a ridurre tutto a mezzanini e fricassea.

    È un reato ed è anche grave.

    Se il signor Nino Di Gioia mi passa in privato gli estremi del proprietario sarà mia cura contattarlo per trovare una soluzione ragionevole. Non ho dubbi infatti che l'inguacchio parta... dal solito posto, chissà quanti anni fa.

    Se ha diritto a un risarcimento glielo daremo. Se vuole venderlo (e ha titolo) lo compreremo.

    Ma non lasceremo che un altro pezzo di Storia, così preziosa, così oltraggiata nei secoli, faccia la fine che i soliti barbari vogliono far fare a Piazza Castello.

    È venuto il momento di dire basta a questo continuo massacro. E di far rinascere la Città dalla sua Storia. Finalmente ritrovata.
  • Nino Di Gioia Ciao angela ti posso dire che ho fatto anche io domanda x il pergolato a casa mia x la pioggia e mi è stata accettata . Dipende dove e come viene fatta la struttura . Li poteva anche costruire ma il proprietario nn lo ha fatto a solo fatto quel pergolato aperto .io prezzo del torione e un prezzo equo x le condizioni ma nn posso dire la somma precisa
  • Nino Di Gioia Mi dispiace dirle che nn posso dare nessun nome perche ho solo fatto i lavori ma vi dico solo una cosa che quel pezzo di storia che voi dite sta cadendo a pezzi ed è un peccato visto che dall'altra parte ne abbiamo un'altro con la proloco tutto sistemato . E quello cosi com'è e storia secondo voi?ma che storia e scusate?
  • Mario Albrizio È LA NOSTRA STORIA. Quella che fa di ognuno di noi quel che è. Anche lei.

    Comunque non c'è problema.


    Il caso ormai è sollevato e credo che già in questo post ci siano abbastanza Cittadini disposti ad andare fino in fondo.



Ruvo Libera