I VERI CINGHIALI


La candidata M5S, Laricchia, a Ruvo, SABATO 23 (Qui l'evento su Facebook). Poteva essere l'occasione di un patto Civile per la Democrazia, attraverso la presa in carico della questione Piazza e Referendum. Purtroppo il tema sono i... cinghiali.



Cinghiali?

Qui siamo al default, con la Città distrutta, sprechi continui, clientelismo dilagante, paura e rassegnazione, ci scippano Referendum e Democrazia da sotto il naso, e la Laricchia viene a parlare dei cinghiali?

E io che pensavo che finalmente potessimo fare un "contratto" civile...
Ma se volete vi indico io dove poter trovare dei bei "cinghialoni" che fanno danni indisturbati. Da anni.
E non è sulla Murgia...

Sono cinghiali che devastano leggi e democrazia, identità e storia, passato e futuro. I più dannosi, i più funesti.

Sono quelli, i veri cinghiali da debellare. Quelli della Murgia a confronto sono ben poca cosa.

Sarebbe bello che la candidata Laricchia riesca a trovare il tempo per un altro incontro, in Piazza, magari da quel bel palco inutilizzato, per parlare di Democrazia e di referendum.

Se non lo fa il M5S, chi altri?

Ma l'invito è ovviamente rivolto a tutti.

26 mila ruvesi sono messi a tacere da un'Amministrazione comunale che fa più danni di cinghiali e cavallette bibliche, ogni giorno. L'unica cosa che riesce a fare con determinazione.

È un precedente pericolosissimo - che va isolato e denunciato prima che diventi regola e si diffonda altrove.

Si comincia a chiudere la bocca ai Cittadini ruvesi. E se si lascia correre, domani lo si farà con i pugliesi e con gli italiani.

Questo sì, è il tema centrale della campagna elettorale e l'UNICO che può riportare i Cittadini, non solo i Ruvesi, al voto.

Riaffermare che contano le Leggi, i Cittadini e la Costituzione. Non i gruppi di potere, partitici, oligarchici o clientelari o mafiosi che siano. Il discorso è generale. Ma si può partire da qui.

Prima che il problema diventi troppo grosso per essere affrontato.