Il Processo

Microspie al Comune



Il Sindaco Ottombrini: non abbiamo autorizzato noi la registrazione clandestina e siamo pronti a denunciarla con voi




Finalmente una risposta.

Il Sindaco nega di aver mai autorizzato la registrazione clandestina del 12 febbraio scorso. E meno male.

Lo nega dopo aver "effettuato verifica". E dev'essere stata davvero una verifica intensa, se è durata 12 giorni. Ma tant'è... ;)

Segue una notazione maliziosa che si può riassumere così: non è che per caso siete stati voi?

Signor Sindaco, caro Vito, amiamo troppo l'eleganza del ragionamento e della scrittura, per rispondere a questa osservazione come meriterebbe...;)

Le ricordo tuttavia che tale registrazione è stata usata, per quanto maldestramente, contro di noi. Non contro di voi.

Perciò, se ancora ci tiene alla Sua domanda, Le confermo che senza bisogno di alcuna verifica sono sicurissimo e garantisco che a nessuno di noi è venuta mai in mente una tale assurda oscenità, una tale rancorosa piccineria, tipica di menti piccole e bacate - mentre le nostre, ce lo concederà, sono menti libere e aperte. E soprattutto. LEALI.

Se mai avessimo voluto registrare qualcosa, lo avremmo chiesto - non Le pare? La procedura non è di per sé illegale. Lo è quando viene fatta proditoriamente, senza consenso, nella Casa Comune. 

Ancora di più, lo è quanto tale registrazione venga usata non per tutelare un proprio diritto, in questo caso inesistente visto che il Progetto in discussione è di interesse pubblico, non privato - ma eventualmente per prevaricare un diritto altrui o peggio ancora pubblico.

Ed è ancora di più illegale, oltre che immorale, quando tale immondizia viene manipolata e diffusa strumentalmente a terzi per perseguire i propri ingiusti fini. E infine lo è, in aggravante di reato, quando viene utilizzata per fomentare, per quanto inutilmente, comportamenti distruttivi a carico di terzi. 

A parti inverse, Lei non crede che sarebbe un po', come dire? arrabbiato

Ecco, noi non lo siamo affatto. 

Ma la nostra calma olimpica non ci impedisce affatto, anzi ci spinge ulteriormente, a cercare di ristabilire un po' di Giustizia e di far punire una tale plateale violazione della legalità, nel luogo più istituzionalmente sacro della Città, a carico del tesoro più prezioso di ogni Democrazia: Cittadini liberamente e appassionatamente organizzati al solo fine del Bene Comune.

Che interesse avremmo avuto a registrare qualcosa e utilizzarla contro noi stessi? Suvvia, ammettiamolo: è un'ipotesi così bislacca che non la prenderebbero sul serio neanche nel peggior reparto di schizofrenia.

E certamente non saremmo andati in giro a sbandierarla sotto il naso dei membri più influenzabili del nostro stesso Comitato allo scopo di ottenere ciò che non si può ottenere, proprio perché il Comitato è formato di persone libere che non hanno alcun secondo fine che non sia l'interesse della Città, e quindi dividerli e metterli uno contro l'altro è fisiologicamente impossibile. Che lo sappiano, lorsignori ignoti dal tasto facile e dalla difficile moralità.

Infine il Sindaco si dice disposto a condividere la nostra denuncia nelle sedi giudiziarie, per "salvaguardare sempre ed in ogni modo il confronto libero e democratico e soprattutto la dignità dell'Istituzione."

Ottimo. 

Il Comitato approverà la Denuncia martedì 10 marzo. Domani. E la presenterà in settimana. 

Fatelo anche voi, così dimostrando alla Città dubbiosa che non c'entrate per nulla con questa infamia.

Rassicurare i Cittadini, denunciando gli ignoti registranti e preservando il buon nome della Casa Comune, è nell'interesse di tutti.

Dopodiché potremo cominciare a cercare le microspie...;)