Corde Sospese

Notte Bianca di Passione tra Acrobati di Fede e Maratoneti di Stand e Zinnannà

Arriva la discussa Notte Bianca - in pieno periodo natalizio ma che nulla ha a che fare col biancore della neve, o della purezza/astinenza/castità.
Semmai il contrario, in un clima che già è da scontro mediatico e social tra integralisti cattolici del-tempo-che-fu e sostenitori del cambiamento e della movida o del basta-che-funzioni e cioè porti gente e faccia vendere.
Ai cattolici fondamentalisti e recalcitranti alle novità non rimangono che le ultime fortezze di pace e tranquillità di fede, per chi la condivide: le chiese.
Anzi no.


Solo a guardare le foto infatti si capisce quanto esplosiva sia l’audace iniziativa partita non si sa bene da chi ma che coinvolge a pieno titolo il cuore del cuore dell’identità cittadina (non solo cattolica) degli ultimi otto secoli. La sua Cattedrale.
La sagoma dell’equilibrista che dal portale mira all’altare è, immaginiamo, la rappresentazione plastica del cammino di fede, possi…

La Piena Verità sullo Sport









Non si placa la polemica sullo sport cittadino. Mentre mi preparo a intervistare il Gestore del Campo comunale, Vito Ippedico, mi arriva questo messaggio su Facebook.

Sembra scritto pari pari dalla Mannarini, per i contenuti che presenta. Ma, sorpresa, è scritto invece da un mio amico Facebook che invece detesta la Mannarini, che è ben introdotto
nel mondo sportivo cittadino e che mi chiede di mantenere l'anonimato. 

Ecco il testo.

Ma com'è possibile che si continui a non dire la piena verità alla città di Ruvo sullo sport?

La A.S.D. Ruvo in FIGC non esiste più e la prima squadra la Molfetta/Ruvo agli atti ufficiali FIGC non esiste anche perchè nella realtà dei fatti non è mai esistita una A.S.D. (associazione sportiva dilettantistica) che possa prevedere per statuto 2 presidenti!

Il presidente è uno ed uno solo e infatti la FIGC riconosce la Nuova Molfetta, quella che invece a Ruvo spacciano come Molfetta-Ruvo o addirittura prima squadra dell'A.S.D. Ruvo! 

E' davvero un gran bello schifo! 

Ti starai chiedendo forse perché non posso dire una cosa del genere in pubblico? Perché [...] rischieremmo poi di non poter più giocare a Ruvo! 

Capisci lo schifo che c'è sotto? Capisci come in realtà il calcio ruvese è sotto lo schiaffo di questi signorotti che "fanno sport" per soldi? 

Tu cosa avresti fatto, Lettore?
Anch'io.

Sono andato al campo sportivo a intervistare Ippedico. 
Te ne parlo nel prossimo articolo. Stay tuned! ;)



Pubblicato SABATO, 29 SETTEMBRE 2012 08:33  - 747 VISUALIZZAZIONI