Le ragioni del Liceo


Il caso del dominio liceotedone.it, lasciato inspiegabilmente libero e finito ad ospitare siti pornografici e di "incontri", tiene ancora banco e arriva al Consiglio di Istituto.

Sulla vicenda interviene l'ex Preside Pellegrini che dichiara: io l'avevo segnalato per posta certificata già dal 21 agosto che il vecchio dominio era irraggiungibile, e mi ero offerto anche di partecipare alle spese del suo rinnovo, pur di conservare il dominio  e i tanti contenuti a disposizione del Liceo e degli utenti

Più giù la sua comunicazione integrale.

Certo, che diventasse un sito porno nessuno poteva ragionevolmente prevederlo. Ma è fuor di dubbio che il vecchio dominio, senza dubbio il più cliccato ancora oggi, andava mantenuto. Di propria iniziativa del Liceo e indipendentemente dall'intervento, anche generoso, di chicchessia.

Bisognava proprio fare economie sui pochi euro che comportava una (fondamentale) scelta del genere? O c'erano altre ragioni?

Sarebbe bello saperlo.




Ruvo di Puglia, 21.08.2014
Prof.ssa Domenica Loiudice
Dirigente Scolastico
Liceo Tedone Ruvo

Dott. Franco INGLESE
Direttore Generale USR PUGLIA

Dott. Corrado NAPPI 
Dirigente Ufficio IV USR Puglia

Dott. Trifiletti Mario
AT Bari Ufficio VII USR Puglia




OGGETTO: Sito istituzionale del Tedone. Inibito il funzionamento del collegamento al precedente portale.


In qualità di dirigente scolastico in servizio presso il Liceo Scientifico “Tedone” di Ruvo di Puglia, a partire dall’01.09.1997 e fino al 31.08.2013, ho da rappresentare alle SSVV quanto segue al fine di poter provvedere, per le rispettive competenze, a risolvere il problema di cui all’oggetto e garantire la funzionalità di un servizio assicurato agli utenti, attuali e pregressi, della scuola.
A partire dal 1998 ho provveduto ad attivare un sito internet, con acquisto del relativo dominio WWW.liceotedone.it, e con l’allestimento di sezioni che sono servite nel tempo a garantire informazioni all’utenza, mettere a disposizione documenti sull’attività didattica ed istituzionale, costituire un archivio di attività, progetti ed iniziative, molto ricco ed estremamente utile all’utenza per conoscere la scuola e conservare documentazione delle attività svolte dagli alunni insieme ai docenti.
Fra le tante iniziative riporto quelle più significative:
  • Cronologia essenziale del Liceo dalla fondazione della scuola;
  • Indirizzi di studio e variazioni nel tempo;
  • Borse di studio conferite agli alunni;
  • Archivio dei risultati degli scrutini finali e degli accessi all’università (Progetto qualità);
  • Documentazione di Progetti di rilievo quali:
  • Calendario annuale da archivio (Progetto di istituto giunto alla 12° edizione pubblicato anche sulla Rivista dell’USP);
  • Progetto “Le ruote quadrate” di documentazione di exhibit di fisica esteso alle scuole della Provincia;
  • Allestimento di uno stand per il MIUR al Convegno nazionale dell’ANCI tenutosi a Bari;
  • Testimonianza per la Provincia di Bari alla Giornata della Legalità, organizzata dal Tribunale dei Minori di Bari;
  • Realizzazione e produzione di tre CD Musicali su temi proposti dagli alunni;
  • Realizzazione di un Convegno regionale sulle Religioni monoteiste con eminenti personalità delle tre religioni;
  • Realizzazione di un Convegno nazionale sul “Tempo e memoria” ed un secondo sul viaggio “Odissea nello spazio”;
  • Numerosi progetti PON, IFTS e COMENIUS.

Ma soprattutto il sito conteneva l’archivio completo di circolari e dati statistici che hanno fatto la storia del Liceo. Fra l’altro nella Home page c’erano dei link che rinviavano ad altri accessi fondamentali fra cui:
  • SCUOLANET “La scuola sempre aperta” che raccoglieva tutte le informazioni utili per docenti, genitori ed alunni (relazioni, circolari, bandi, libri di testo, POF e regolamenti con i relativi aggiornamenti ecc.), ma anche per l’area pubblica che consentiva la consultazione ristretta per chi non era registrato;
  • PROGETTO TEATRO, con la storia del teatro al Tedone, il percorso formativo, l’inserimento nel GOLD nazionale, i 50 premi nazionali ed internazionali attribuiti, l’elenco di tutti i lavori e delle partecipazioni degli alunni;
  • Progetto “UN MONDO DI BENE”, esperienza unica in Italia di volontariato scolastico attivo nell’estate, in Zambia e Malawi, che ha avuto grande risonanza sulla stampa e nel mondo del volontariato ed accademico (Università di Bari, Facoltà di Psicologia).
L’elenco non è completo, ma ritengo che basti a dimostrare che un tale patrimonio di esperienze formative non possa essere precluso all’accesso di utenti che comunque hanno partecipato alla realizzazione di tante iniziative e conservano la memoria degli anni trascorsi al Liceo.
In realtà è accaduto che dal 22 maggio scorso è stato attivato il nuovo sito del Liceo che utilizza il dominio www.liceotedone.gov.it con nuova veste ed impostazione. Per la verità fino alla fine di Luglio i due siti sembravano coesistere nel senso che il nuovo consentiva l’accesso al portale storico, con il link posto a destra sotto l’intestazione della scuola e a fianco dell’icona dei PON. A partire dai primi di agosto il link non è più attivo per cui il vecchio sito, pur richiamato nel nuovo, non è più accessibile e quindi se ne perde ogni traccia, anche digitando l’indirizzo originale.
Considerato che non si fa nessun cenno circa le motivazioni che hanno portato a tale oscuramento sorgono numerosi dubbi sul significato di tale operazione né, per quanto è dato di sapere, l’argomento è stato affrontato nelle sedi istituzionali (Collegio e Consiglio di istituto). Trattandosi di storia scritta in un periodo ben determinato, sembra del tutto pacifica la conservazione del portale, senza che possa essere considerato di disturbo all’attuale gestione.
Tanto diventa ancor più evidente ed acclarato se si considera che tutti i siti istituzionali, quando vengono rinnovati, conservano sempre in archivio (o tramite accesso con link) i dati ed archivi precedenti (USR Puglia: http://www.pugliausr.it/ e vecchio portale http://www.puglia.istruzione.it/, ben evidenziato nella home page; Ambito territoriale della Provincia di Bari: in fondo alla home page vengono segnalati e linkati i siti precedenti: http://digilander.libero.it/provvba, www.uspbari.net e http://www.uspbari.it/). La situazione non cambia anche quando varia la persona preposta ai vertici dell’Ufficio Pubblico in oggetto.
Di fronte all’assenza di motivazioni e nella ipotesi di difficoltà tecniche o finanziarie mi dichiaro disponibile, nell’interesse degli utenti e del territorio, a contribuire alla soluzione dei problemi sia mettendo a disposizione tutto l’archivio del vecchio sito da scaricare direttamente sul nuovo o su altro portale cui collegarsi tramite link, sia a sostenere personalmente le spese del canone annuale per tenere in vita il dominio (vecchio o nuovo), inibendo ovviamente l’accesso per aggiunte o manomissioni.
L’intento è quello di non distruggere un patrimonio di esperienze ed attività didattiche, le quali, alla stregua dei documenti cartacei, hanno, a parere del sottoscritto (e non solo) una sacralità inviolabile, destinato all’oblio del tempo, ma non alla cancellazione volontaria ed immotivata.
Auspicando che la presente possa favorire una immediata soluzione positiva della vicenda (considerato che è ancora presente il rinvio al precedente sito nell’intestazione del nuovo) confermo la mia disponibilità alla massima collaborazione.
Nella malaugurata ipotesi di esito negativo della presente istanza, restano impregiudicati altri passaggi a legittima tutela del patrimonio documentale.

BIAGIO PELLEGRINI