Corde Sospese

Notte Bianca di Passione tra Acrobati di Fede e Maratoneti di Stand e Zinnannà

Arriva la discussa Notte Bianca - in pieno periodo natalizio ma che nulla ha a che fare col biancore della neve, o della purezza/astinenza/castità.
Semmai il contrario, in un clima che già è da scontro mediatico e social tra integralisti cattolici del-tempo-che-fu e sostenitori del cambiamento e della movida o del basta-che-funzioni e cioè porti gente e faccia vendere.
Ai cattolici fondamentalisti e recalcitranti alle novità non rimangono che le ultime fortezze di pace e tranquillità di fede, per chi la condivide: le chiese.
Anzi no.
Solo a guardare le foto infatti si capisce quanto esplosiva sia l’audace iniziativa partita non si sa bene da chi ma che coinvolge a pieno titolo il cuore del cuore dell’identità cittadina (non solo cattolica) degli ultimi otto secoli. La sua Cattedrale.
La sagoma dell’equilibrista che dal portale mira all’altare è, immaginiamo, la rappresentazione plastica del cammino di fede, possi…

Una Norimberga per i politici


La vera "trattativa" va avanti da 153 anni e il patto è chiarissimo: sfruttare e dissanguare il Sud a vantaggio delle oligarchie settentrionali. Con qualunque mezzo, mafie e stragi comprese.

Finiti i Savoia, questo patto scellerato ha trovato via via altri "garanti". Ma intanto si è allargato.

Non solo il Sud vampirizzato per gli interessi dei capitalisti del Nord, ma contemporaneamente l'intera Italia, padrini e padroni compresi, a disposizione degli analoghi padrini e padroni internazionali.

Cioè, per il Sud, doppio cappio.

Fatte in entrambi i casi le dovute (rare) eccezioni, serve una Norimberga per i politici italiani degli ultimi 70 anni. E una Norimberga doppia per i politici meridionali, gli ascari dei macellai sociali degli ultimi 153 anni.

Dalla così detta Unità in poi.

Lo scrive benissimo Pino Aprile su Facebook.




i soldi per gli asili nido vanno solo al nord, che già li ha; ed è escluso il sud, che non ne ha. e chi dovrebbe insorgere con il sangue agli occhi, sta zitto: sindaci, parlamentari, leader di partito: incapaci, o servi, o complici o tutte e tre le cose.

credo che sia opera di civiltà chiedere alle maestre d'asilo dei figli o dei nipoti dei bip! che hanno fatto questa porcata (porcata?... mi ricorda qualcosa), di spiegare ai piccoli: cari bambini, sapete che se siete qui, avete un asilo ancora migliore, le maestre, i giochi belli, è perché i vostri genitori e i vostri nonni li hanno rubati a bambini più poveri di voi? 

e credo che le mamme, i papà dei bambini meridionali che non hanno l'asilo dovrebbero spiegare ai loro piccoli, ogni mattina: lo sai che se tu non hai l'asilo è perché un “porcataro” e suoi simili te lo hanno rubato per darne un altro a chi già lo aveva? 

e che se questo è stato possibile, è perché chi doveva difenderti: i tuoi stessi genitori, il tuo sindaco, il tuo presidente della regione, le pine picerno, i raffaele fitto, i nichi vendola e aggiungeteci voi gli altri, non l'hanno fatto? 

così, almeno, la prossima generazione, forse, riesce a incontrarsi su un'idea di maggiore equità.


 su Facebook, 5 agosto 2014