Cosa Vedono Gli Occhi

Il Sindaco cade sul debito fuori bilancio

La Corte dei Conti: Paga il Sindaco.
 
Procedure di esproprio sbagliate? paga il Sindaco.

Il caso è analogo al nostro e la corte dei Conti non poteva essere più chiara.
Sì, ma quale Sindaco, tra quelli di oltre vent’anni di disastro pubblico? Provate a fare un nome…

E come si fa, quando invece di 6.000 euro parliamo di più di 20 milioni?
Metteremo Matteo ai lavori forzati?
 
DANNO ERARIALE

Il Sindaco cade sul debito fuori bilancio

Il Sindaco cade sul debito fuori bilancio
La Corte dei Conti condanna al risarcimento del danno il primo cittadino negligente.
Procedure di esproprio irregolari, è quanto si è verificato in provincia di Reggio Calabria.
Il sindaco di un piccolo paese è stato ritenuto responsabile del danno costituito dai maggiori oneri che l’ente locale aveva dovuto corrispondere, a seguito di una transazione con il proprietario di terreni acquisiti dal Comune, in mancanza di  una regolare procedura espropriativa e del pagamento delle relative indennità.
L’azione promossa dalla Procura nei confronti del Sindaco aveva tratto origine dalla delibera del consiglio comunale con la quale era stato riconosciuto il debito fuori bilancio scaturente dall’atto transattivo in questione.
Egli non si è attivato, come la normale diligenza avrebbe dovuto indurlo a fare, mediante direttive ed adeguati atti di impulso nei confronti degli uffici competenti.
Al primo cittadino viene quindi contestato di non avere, con atteggiamento gravemente colposo, assicurato la gestione corretta dei procedimenti espropriativi.
Pertanto, la Corte dei Conti, Sezione Terza giurisdizionale d’Appello, ha riscontrato una colpevole inerzia nella condotta del Sindaco e ha definito l’importo della condanna al risarcimento del danno in euro 6.000,00.
Gianmarco Sadutto
(15 maggio 2014)
 
Articolo originale