IMPIANTO FOGNARIO A CALENTANO

Dal Comune riceviamo


​​
SI FA LA FOGNA A CALENTANO
FIRMATA LA CONVENZIONE TRA COMUNE,  REGIONE, AQP E AIP


L'Amministrazione Comunale pone le basi per la realizzazione di un'opera pubblica lungamente attesa da molti cittadini ruvesi.

Dopo tre anni di impegno e di lavoro, ieri mattina, venerdì 23 maggio il sindaco di Ruvo, Vito Nicola Ottombrini, ha firmato una convenzione con Regione Puglia, rappresentata dall'Assessore Giovanni Giannini, Acquedotto Pugliese, rappresentato da Francesca Portincasa e Agenzia Idrica Pugliese (AIP), rappresentata da Vito Colella, per la realizzazione e la gestione dell'impianto di collettamento dei reflui provenienti dall'abitato di Calentano e del relativo collegamento al presidio depurativo di Ruvo-Terlizzi.

L'intervento, programmato dal 2004 , aveva già ottenuto un finanziamento per circa 2 milioni di euro da parte del Commissario per l'Emergenza Ambientale in Puglia. Bloccato per dieci anni, ora il progetto dell'Acquedotto Pugliese, aggiornato, adeguato e rivisto, giunge a definizione. Il nuovo finanziamento ha ora un importo complessivo di oltre 4 milioni di euro, sarà a breve messo a gara dall'AQP.

L'opera, molto importante sotto il profilo igienico-sanitario e ambientale, servirà oltre trecento famiglie. Il protocollo siglato prevede la realizzazione in tempi brevi del tronco fognante, e contiene l'impegno a reperire al più presto somme per assicurare agli abitanti di Calentano la gestione del servizio idrico integrato che porterà l'acqua in tutte le case.

"È  un evento storico – ha detto il Sindaco di Ruvo – non trovo infatti altri aggettivi per commentare le procedure di avvio di un'infrastruttura da tanto tempo attesa.
Un'opera che migliorerà la qualità della vita di molti cittadini e porterà a Ruvo risorse, lavoro e sviluppo: un altro obiettivo importante che questa Amministrazione coglie a dispetto delle numerose difficoltà in cui si trova l'ente."

"Una firma – ha detto la vicesindaca con delega ai lavori pubblici, Caterina Montaruli – che è fonte di grande soddisfazione per noi, poiché ci consente di fissare un tassello importante nella realizzazione di uno dei punti più qualificanti del programma con cui tre anni fa ci presentammo agli elettori e di mantenere un impegno concreto con i cittadini di quella frazione.

Calentano è una zona residenziale in espansione, dotata a mio avviso, anche di grandi potenzialità turistiche; ora l'ambizione (non irrealizzabile) è quella di vedere l'opera completata nella primavera 2016, entro la fine della consiliatura."