Il paese senza verità e senza futuro

Raccogliamo l'appello del dott. Imposimato per un sostegno pieno al lavoro del magistrati di Palermo e non solo.
Speriamo di riuscire a diventare un popolo che vive di prevenzione e di trasparenza, non (più) di intrighi e commemorazioni.



Cari amici, il momento è drammatico. I magistrati di Palermo e tra questi Antonio Ingroia e Nino Di Matteo, che stanno portando avanti una difficile battaglia per la verità, presupposto della giustizia, sono stati lasciati soli dalle istituzioni.

E' grave e intollerabile che il Presidente della Repubblica,

anziché esprimere solidarietà e sostegno ai magistrati palermitani, impegnati in una difficile missione, quella di scoprire i mandanti e gli esecutori delle stragi di Capaci e via D'Amelio, li abbia criticati per via delle intercettazioni, che invece sono state illuminanti per farci capire parte della verità.

Grazie alle intercettazioni abbiamo capito molte cose su alcuni personaggi istituzionali rimasti finora nell'ombra.

Non c'è futuro senza verità. Siamo con Ingroia e Di Matteo e con i loro colleghi. L'impunità degli assassini e dei mandanti ha consentito il perpetuarsi delle stragi fino a oggi. Noi diciamo no alle stragi e ai mandanti impuniti.