Cittadini per una Città Sicura


Al Signor Questore - Bari
Al Signor Comandante Provinciale Carabinieri - Bari
Alle Autorità Investigative territoriali competenti per la Città di Ruvo di Puglia
p. c. al Sindaco del Comune di Ruvo di Puglia
p. c. al Comandante Polizia Municipale - Ruvo


LETTERA APERTA AGLI INQUIRENTI 
sull'omicidio Di Terlizzi e sullo stato di sicurezza della Città di Ruvo di Puglia


Ruvo di Puglia, 27 aprile 2012                   


Premesso che la sera del venerdì 13 aprile u.s. la nostra città è stata scossa dall'omicidio del concittadino Giuseppe Di Terlizzi, a seguito di rapina;

premesso che a tutt'oggi non risultano comunicate informazioni certe, pur negli ovvi limiti della riservatezza delle indagini;

premesso inoltre che la mancanza di informazioni attendibili
ha suscitato e suscita un turbinìo di voci le più incontrollate, spesso fantasiose, non sempre disinteressate e non di rado virtualmente pericolose;

premesso infine che il delitto di cui si tratta ha talmente scosso la città che il semplice essere accostati ad esso, anche vagamente, anche con funzione marginale, sarebbe devastante per ogni famiglia cittadina - e che tale "accostamento" è di fatto più volte avvenuto a livello di "voce" popolare, coinvolgendo più nomi (poi rivelatisi, ad oggi, estranei o non coinvolti nei fatti);

considerato che la Città ha sete di giustizia, e che i Cittadini vogliono sapere;

con la presente, pur nell'assoluto rispetto del riserbo delle indagini e delle competenze, responsabilità e professionalità degli Inquirenti, i sottoscrittori del presente documento

CHIEDONO di poter conoscere, 

nell'ambito di una pubblica conferenza stampa da convocarsi preferibilmente il 1° maggio 2012, per ricordare la scomparsa di un grande lavoratore e sottolineare il lavoro stesso degli investigatori;
o secondariamente con dichiarazione ufficiale;

quale sia lo stato delle indagini (ovviamente per la parte comunicabile);

al fine di poter rassicurare la cittadinanza, mettere a tacere o ridurre a ragionevolezza le "voci" più fantasiose, favorire la calma civile, rasserenare gli animi per quanto possibile, e non ultimo aiutare il prosieguo delle indagini rafforzando il già alto livello di stima e fiducia  negli Inquirenti e migliorando il clima di collaborazione.

Questo renderà la Città un po' più Sicura e, siamo certi, l'ulteriore collaborazione tra forze dell'ordine e cittadini non potrà che aiutare le indagini.

Con la massima osservanza
mario albrizio, promotore
Osservatore Rubastino (646 membri al momento in cui si scrive)
Rete Civile (284 membri al momento in cui si scrive)

E i firmatari della relativa petizione civile