Il Processo

Il Tesoro nascosto (ma non troppo)

Controvento. Il tesoro che il sud non sa di avere 
ex convento dei Domenicani sabato 10 marzo, alle 18.00



Antonello Caporale, giornalista di Repubblica,  ha scritto questo libro edito da Mondadori; l'associazione Calliope lo presenta a Ruvo. Contestualmente vi è  questa mostra fotografica di Giovanni Presutti sull'eolico, presentata da Enzo Velati. 

Viene anche Alessia Perrucci, una imprenditrice di Manduria ampiamente citata da Caporale nel libro. 

La tesi dell'autore è abbastanza semplice: le energie alternative che sono una grande risorsa del Mezzogiorno d’Italia sono state lasciate nelle mani dei privati - nella migliore delle ipotesi per incuria e ignavia della politica locale, nella peggiore per collusione della stessa con altri sistemi, non necessariamente criminali ma anche criminali. 

In maniera quasi poetica, il libro tratteggia alcune figure reali particolarmente significative di come il modello di sviluppo vada ragionato senza dare per scontate "le sorti magnifiche e progressive". 

Per questo ho voluto fortemente che venisse la Perrucci. È un'imprenditrice agricola moderna e ci aiuta ad indagare il conflitto che esiste tra le varie ipotesi di sviluppo. Un tema che mi è carissimo e su cui mi piacerebbe che si sviluppasse un dibattito non ideologico.

Ciò che mi ha colpito di questo libro è che ha un approccio sereno alla cosa, non incazzato, non polemico. 

Ipotizza un'alternativa del tutto possibile.

Un’alternativa che vale la pena approfondire. E che sarà svelata ai Domenicani sabato 10 marzo, alle 18.00. Da non perdere.


Lia Caldarola


"Controvento. Il tesoro che il sud non sa di avere" 
Sabato 10 Marzo presso il convento dei Domenicani. 

Ci saranno
l'autore, il giornalista di Repubblica Antonello Caporale
Fabio Modesti, direttore dell'Ente Parco Dell'Alta Murgia  
Pasquale De Paloassessore comunale alla Cultura  
Alessia Perruci, imprenditrice  
Modera Lia Caldarola


Mostra fotografica "Eolo" a cura di Giovanni Presutti, presentata da Enzo Velati (dalle 20.00)

Fuori dall'evento, ma dentro i Domenicani, ricordiamo che si può ancora ammirare la mostra  Espiare - un motivo in più per non mancare.