Memo

Da Non Luogo a Luogo della Memoria

Da Non Luogo a Luogo della Memoria RIQUALIFICAZIONI .  UNA CALL TO ACTION SULLA NOSTRA STORIA Come spesso accade l’avevamo v...

giovedì 19 gennaio 2017

Da Non Luogo a Luogo della Memoria




Da Non Luogo a Luogo della Memoria

RIQUALIFICAZIONI

UNA CALL TO ACTION SULLA NOSTRA STORIA

Come spesso accade l’avevamo visto per primi, insieme al nutrito pool di singoli e associazioni del PFest, quel luogo speciale, anzi quel non-luogo più unico che raro. 

Quel balcone sulla nostra Storia. Quella terrazza sui Millenni andati, verso il mare, verso il Mediterraneo da cui siamo tutti venuti.




Leggi Tutto »

mercoledì 18 gennaio 2017

OPPOSIZIONE A CHI?


È ufficiale. L'opposizione ritrova almeno la parola, e apre una pagina Facebook
Dopo la figuraccia del 30 dicembre, è un bel passo avanti. Speriamo non siano solo parole. perché è da una bella opposizione che viene fuori una bella maggioranza. E, ahinoi, viceversa. Vedremo se è la volta buona.

Più giù, il nostro immancabile augurio...:P









Bella idea. Complimenti.

E finalmente il coraggio di usare quella parolina così difficile, "opposizione".

Sono curioso di vedere se sarà "opposizione" vera.

Cioè non puramente e semplicemente opposizione a Chieco, all'"intruso". Il che ovviamente è vostro pieno e legittimo diritto.

Ma opposizione vera, a chi ha condotto la Città al più totale disastro e, tra l'altro, ha di fatto "chiamato" Chieco come risultato della propria disastrosa incapacità (o peggio).

L'arco temporale della vostra opposizione finalmente ritrovata qual è? Da quando comincia? 6 mesi o 25 anni?

Opposizione per prendere il posto di Chieco o opposizione per far ripartire la Città mettendo sotto processo politico 25 anni di brutale assalto alla diligenza?

Vi seguirò per capirlo.

Perché se e quando nascerà davvero un'opposizione seria al malgoverno, finalmente chi ha fatto davvero opposizione in questo quarto di secolo orribile potrà finalmente prendersi una vacanza.

Non immaginate quanto ve ne sarò grato.

Buon lavoro.





Leggi Tutto »

martedì 10 gennaio 2017

IL DESERTO BIANCO





Non è poi così difficile.


Con un po' di organizzazione, ce la possiamo fare.


Un qualche tipo di consorzio con gli altri comuni del Parco dell'Alta Murgia, tra l'altro ben più soggetti alla neve di noi come la cronaca drammaticamente dimostra, sarebbe da perseguire subito, per non farsi trovare di nuovo impreparati. Come al solito.

Senza dire della Città metropolitana, che al di là delle parate non si capisce a che serva realmente.

I due enti sprecano soldi pubblici a motore e mai per qualcosa CHIESTA dai Cittadini, mentre si sprecano le "riqualificazioni" ad cacchium e gli schiacciamemoria da noi già tragicamente conosciuti.

Bisogna che le lobby dei trattori/spazzaneve diventino potenti come quelle delle chianche, per vedere reali cambiamenti in un'atavica e micidiale disorganizzazione.

E allora magari non nevicherà più... ;)

Intanto a Terlizzi (foto) si reclutano anche ragazzi neri per aiutare a spalare la neve. Un'ottima forma di integrazione e ottimizzazione delle risorse.

Fino ad ora la palma d'oro delle buone idee va a loro. Con la speranza che un così virtuoso modello venga imitato ovunque, presto e bene.

Il vero deserto bianco non è il manto nevoso ma l'assenza di idee e di iniziative che ci facciamo trovare, la prossima volta meno sprovveduti e indifesi di quanto di abbiano lasciato fino ad oggi 25 anni di sprechi clientelari di pubbliche risorse e mancati investimenti per le pubbliche necessità.

Da questo passato tragico usciamo, da questa ininterrotta nevicata venticinquennale.

Siamo tutti Santeramo, da questo punto di vista. Tutti sommersi dal malgoverno.

È il momento di cambiare rotta e speriamo che questa inversione che metta al centro, finalmente, l'interesse pubblico, parta proprio dalla nostra Città.


 A Mosca fanno così. Da tempo immemorabile. Perché da noi è sempre tutto così difficile? 


Leggi Tutto »